Lo sviluppo del Terrier Nero Russo : 

                                             

 

        Cucciolo va nutrito con i migliori mangimi di qualià SUPER PREMIUM

            Noi ci troviamo bene e consigliamo il marchio italiano " MONGE "

                                           

                    Mangime Juniores usiamo minimo 12 mesi dopo passiamo Adult

                        Si possono aggiungere carni di : manzo , pollo 

               Piace anche ricotta , lo yogurt , latte di capra , mele , carote , ecc.

                   Cucciolo fino quinto mese di vita mangia 3 volte al giorno 

                           dopo passiamo e rimaniamo  a 2 pasti.

                   Dal 3' mese di vita aggiungiamo integratori come : 

                                                 - collagene 

                                                 - glucosamine

                                                 - vit . C 

            Collagene si trova nelle zampe di galline , cartilagini ( gelatina ) 

                                               

                               Altri snack naturali sono stomaci di bovino disidratati 

                                                             

                                                Naturale e ad alto contenuto di proteine 

     La somministrazioe regolare aiuta a mantenere l'equilibrio della flora 

   intestinale  e permette di eliminare brutto l'abitudine di mangiare le feci 

      e residui di cibo durante passeggiate . Consigliato anche per cani con 

            ipersensibilità intestinale , stimola i processi digestivi naturali.

                 

          Cucciolo deve essere spazzolato regolarmente 3x alla settimana , 

                                   lavato massimo 1 volta al mese 

             

                                                      

         Partire dal 5' mese iniziamo lavare la barba , cosi evitiamo rischio del 

  fungo , 2x alla settimana usando delicato detergente intimo antibatterico 

       

     Prime brevi passeggiate iniziamo una settimana dopo terzo vaccino .

          Non sforzare , bastano 3-4 passeggiate di massimo 10 -15 min . 

            Entro 8' mese di vita NON portaimo cucciolo fare lunge gite !

            Evitiamo anche farlo nelle calde stagioni con asfalto bollente 

 

    Per prevenire displasia cucciolo non deve mai scivolare sul pavimento , 

                   non deve correre , saltare , camminare sulle scale .

                                    Deve fare movimento libero . 

                                            NON SFORZARE  

 

          Consigliamo esegiure RTG del'anca e gomito in età di 18 mesi 

     Terrier Nero Russo appartiene razze giganti e suo sviluppo scheletrico 

                                          finisce più tardi.

                       Elenco veterinari referenti : www.cellemasche.it

 

                                            

                                                                    questa è una radiografia del gomito 

 

                       La prima foto è scattata in età di 6 mesi , la seconda  a 15.

                   Come si vede cambia molto , ma quel cambiamento 

                                        RICHIEDE DEL TEMPO !!!

     Vi chiedo per favore , prima che decidete di fare interventi massacranti ,

                              spesso inutili pensateci due volte.

   

                                           Cosa dice la legge : 

  " DISCIPLINARE PER IL CONTROLLO UFFICIALE DELLA DISPLASIA DELL'ANCA

E DELLA DISPLASIA DEL GOMITO DEI CANI ISCRITTO AL LIBRO GENEALOGICO

                                          ALLEGATO NR.32.  

         L'età minima per l'esame radiografico per la displasia gomito è di 

                                    12 mesi per tutte le razze "  

             Se invece notate che vostro cucciolo zoppica non aspettate fare questo esame !

 

         Sverminazioni dei cuccioli facciamo ogni 4 mesi fino 12 mesi con 

                                       DRONTAL PLUS " Bayer " 

                           Parasiti eserni combatiamo conle gocce  : 

                               " Vectra 3 D " , " Front Line Tri Act " 

                                                 

                                              

                                   La profilassi vaccinale nel cane

                    Dr.ssa Beatrice Funiciello, DVM CertAVP(VD) MRCVS

  “ E’ meglio prevenire che affrontare la malattia ”, non è soltanto una frase

  fatta ma è quello che ogni proprietario responsabile vorrebbe per il suo

  cane o gatto e che ogni veterinario, che “agisce in scienza e coscienza”,

  cerca di attuare quotidianamente applicando la medicina preventiva

 nell’interesse del benessere dei propri pazienti. Uno dei primi passi verso

 la prevenzione è proprio quello di effettuare un protocollo vaccinale

 completo e nei tempi corretti. Tipi di vaccini Le più recenti linee guida

 spiegano come i vaccini disponibili in commercio si possano suddividere

 in due macrocategorie: vaccini "core” e vaccini "noncore". La distinzione

 viene fatta sulla base di diversi fattori tra cui principalmente:

 - i rischi associati alla malattia in oggetto,

 - la prevalenza della malattia nell’ambiente,

 - il rischio di esposizione al virus responsabile della malattia (animali che

 vivono strettamente in casa vs animali che vivono all’aperto e frequentano

 ambienti diversi),

 - l’efficacia dei vaccini disponibili verso quel patogeno e i rischi legati alla

 somministrazione di vaccini.

 Vengono quindi definiti vaccini “core” quelli ritenuti necessari e “noncore”

 quelli che potrebbero essere definiti facoltativi per la maggioranza della

 popolazione ma utili in specifici casi in cui ad esempio l’esposizione

 all'agente patogeno è piuttosto probabile.

 I vaccini “core” in particolare sono importanti nel cucciolo e nel gattino in

 quanto gli agenti patogeni in oggetto sono potenzialmente letali,

 soprattutto in animali molto giovani il cui sistema immunitario è immaturo.

 Il protocollo vaccinale per i vaccini “core” è generalmente il seguente:

                            1a vaccinazione dalle 8 settimane di età

                2a vaccinazione a 3-4 settimane di distanza dalla prima

                             3a vaccinazione a distanza di 1 anno

                               Richiami successivi ogni 3 anni

 Il protocollo vaccinale per i vaccini “noncore” è simile ma in genere richiede

 richiami annuali o particolari accorgimenti discussi per ogni patologia nel

 momento in cui si valuta l'opportunità di fare la vaccinazione.

                                    Vaccini “core” per il cane

 Virus del cimurro: provoca sintomi che possono coinvolgere apparato

 respiratorio, gastroenterico e sistema nervoso

 Adenovirus di tipo I: è responsabile di epatite acuta

 Parvovirus canino: causa gravi sintomi gastroenterici Vaccini “noncore”

  per il cane

 Leptospirosi: batterio Leptospira interrogans con diverse sierovarianti,

 colpisce più organi tra cui fegato, reni e polmoni. Rischio di esposizione

 legato all’ambiente in cui vive il cane. E’ una zoonosi

 Virus della parainfluenza: induce sintomatologia respiratoria Bordetella

 bronchiseptica: batterio che provoca tracheobronchite infettiva

                                Vaccinazione contro la rabbia

 Il virus della rabbia causa sintomi neurologici e morte, è un’importante

 zoonosi. La vaccinazione antirabbica è regolamentata in base alla

 sorveglianza epidemiologica anche negli animali selvatici. Al momento

 l’Italia è ufficialmente “indenne da rabbia” e la vaccinazione è richiesta per

 l’espatrio e per l’introduzione di animali dall’estero, circa un mese prima  

 della partenza. Se si deve viaggiare con il cane o gatto conviene valutare la

 vaccinazione con il medico veterinario.

                                                   info link :    Linee guida WSAVA